Modellismo navale statico quale scala scegliere

Bounty Mamoli: kit di montaggio in legno MV39

Il modellismo statico navale è un tipo di passatempo che deve necessariamente essere scelto con cura in modo tale che tu possa effettivamente riuscire a realizzare delle vere e proprie riproduzioni fedeli delle svariate imbarcazioni oggetto di questo tipo di attività.
Ecco qualche consiglio sulla scelta ideale che potrai effettuare e che ti permette di conseguire quell’obiettivo che ti eri prefissato, ovvero realizzare le riproduzioni delle barche che hanno fatto la storia.

Il modellismo statico navale e i modelli nella scatola

Se sei un principiante che si avvicina per la prima volta a questo mondo, quindi hai poche conoscenze e soprattutto non sai come procedere per iniziare a realizzare le diverse barche in scala, il consiglio che può esserti utile consiste nel partire dal classico modello in scatola, ovvero quello che potrai realizzare assemblando i diversi pezzi in plastica seguendo le diverse istruzioni riportate nel manuale.
Devi sapere che questo genere di modellismo riesce a essere abbastanza semplice da sfruttare come passatempo ed inoltre ti consente effettivamente di imparare le basi che ti porteranno alla realizzazione di diverse altre tipologie di imbarcazioni.
Parti sempre da questo tipo di modellismo soprattutto se hai poco tempo da dedicare a questo tipo di passatempo, visto che tale versione del modellismo statico si contraddistingue per essere quello maggiormente rapido.
I vari pezzi dovranno essere assemblati con grande cura ma, allo stesso tempo, realizzando le svariate imbarcazioni non dovrai lavorare i vari pezzi.
Se quindi per te il modellismo statico è solo al primo livello, ovvero ti sei avvicinato da poco a questo genere di passione, non dovrai fare altro che optare per tale versione anche per il semplice fatto che, procedendo in questo modo, potrai capire se sei effettivamente appassionato di questo passatempo oppure se preferisce prendere parte ad altri tipi di attività.
La scala da scegliere in questo caso è 1/30, che rappresenta un buon punto di inizio e non occupa tanto spazio.

https://gmshipmodelling.com/prodotto/amerigo-vespucci-mantua-model-art-799/

Il modellismo statico navale e le sue varianti

Se invece sei già avviato verso questo particolare passatempo, ovvero hai già notato che questo fa al caso tuo, potrai puntare su una versione maggiormente impegnativa dello stesso, la quale è in grado di far fronte a tutte le tue esigenze.
In questo caso parliamo del modellismo in legno, ovvero quello che realizzerai sfruttando appunto le diverse parti in legno, ognuna delle quali dotata di una caratteristica particolare che ti consente appunto di realizzare lo stesso modello.
Tieni presente che in questo caso ci sono svariate tipologie di modelli presenti in commercio ognuno dei quali caratterizzato da forme e parti completamente diverse tra di loro e allo stesso tempo da punti che riescono nell’intento di rendere la stessa barca unica.
Per farti un esempio se ti piace il modellismo navale statico ma hai poco tempo da dedicare a questo particolare tipo di attività, potrai optare per la scialuppa, che ti permette di avere una piccola barchetta con tanto di dettagli che riescono a rendere la stessa piacevole da vedere sotto ogni ottica.
Tieni presente che in questo caso dovrai impiegare circa duecento ore di lavoro, visto che dovrai necessariamente levigare i vari pezzi che vanno a comporre la scialuppa e dovrai necessariamente lavorare lo scafo della scialuppa.
Il collegamento delle varie parti deve essere svolta in maniera precisa affinché la barca che andrai a costruire non si scolleghi oppure possa smontarsi e allo stesso tempo dovrai anche trattare il legno per prevenire che questo possa effettivamente rovinarsi dopo diverso tempo.
Ricordati ovviamente che devi puntare su un modello 1/25 in modo tale che tu possa essere sicuro del fatto che ogni dettaglio possa essere fedelmente riprodotto.
Se invece ami trascorrere diverso tempo a realizzare questo tipo di barche potrai anche optare per altre tipologie, tenendo presente che in questo caso dovrai prestare la massima attenzione.
Anche in questo caso tieni la massima attenzione per quanto riguarda le scale.
Lo Yatch deve avere una scala da 1/50 mentre la fregata deve necessariamente avere una scala 1/75 viste le sue dimensioni abbastanza elevate.

Le scale elevate per grandi lavori

Se invece devi puntare su imbarcazioni particolari, quali vascelli a due o tre ponti, devi sfruttare una scala che non sia inferiore a 1/75.
Questo per il fatto che tale tipologia di di imbarcazione richiede appunto questa scala in quanto i vascelli non devono superare il metro e mezzo circa di lavorazione.
Inoltre se devi puntare su una barca in bottiglia, la scala che devi scegliere deve essere non inferiore a 1/100.
Tieni presente che in questo caso i pezzi devono essere montati con grande precisione e pertanto sarà possibile sottolineare il fatto che i diversi tipi di pezzi non devono essere grandi visto che non passerebbero nella bottiglia. Pertanto sono queste le scale sulle quali puntare qualora tu voglia effettivamente realizzare gli svariati modellini di imbarcazione sfruttando il passatempo del modellismo statico.

San Felipe Mantua Model Panart: kit di montaggio in legno art 747
https://gmshipmodelling.com/prodotto/san-felipe-mantua-model-panart-art-747/

Un pensiero su “Modellismo navale statico quale scala scegliere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!