Cannoni antichi e armi antiche mantua model

Cannoni antichi e armi antiche mantua model sono presenti a catalogo le armi utilizzate nel XVI secolo. Tutte le scatole di montaggio sono realizzate con legno pregiato e diversi particolari che rendono più realistico il kit da costruzione
inoltre le istruzioni sono in multilingua con diverse illustrazioni per facilitare il montaggio anche del modellista meno esperto.

In offerta!

Definizione di Cannone

Per cannone si intende una bocca da fuoco che spara a tiro diretto quindi deve avere una velocità alla bocca relativamente elevata. Questo comporta che la canna del cannone deve avere una lunghezza maggiore di quella di un obice.

La storia del Cannone

Il cannone nasce da un evoluzione della lancia da fuoco, composta da un tubo riempito di polvere da sparo che nell'antica Cina veniva utilizzato come lanciafiamme a volte l'arma era caricata con frammenti di vari materiali con lo scopo di massimizzare il danno

L'evoluzione del cannone dal medioevo all'età moderna

Per la prima volta abbiamo tracce della polvere da sparo nell'opera "De nullitate magiæ", di Roger Bacon, pubblicata ad Oxford nella prima metà del XIII secolo. Nel libro scritto da Roger Bacon "Opus majus" nel 1248 è presente una ricetta per la preparazione della polvere da sparo che venne utilizzata in campo militare. Sembra che i musulmani hanno utilizzato la polvere da sparo durante l'assedio delle città di Niebla nel 1262 sconfiggendo le forze del re di Castiglia Alfonso X erano cannoni, piccoli e portatili, usati principalmente per dare fuoco di supporto ai balestrieri. Piano piano si fa largo l'artiglieria nei vari conflitti militari dell'epoca dando impulso allo sviluppo delle tecniche di fusione in ferro e successivamente in bronzo in grado di scagliare proietti con elevata energia e di evitare i problemi dell'eccessivo riscaldamento del metallo e dell'inevitabile deformazione delle canne

Dall'epoca napoleonica alla seconda guerra mondiale

I cannoni erano costituiti da una bocca da fuoco dotata di due protuberanze laterali dette "orecchioni", tramite le quali essa veniva "incavalcata" sull'affusto. L'affusto era dotato di apposite ruote per i pezzi destinati alla guerra di movimento. Gli orecchioni erano disposti all'incirca sul baricentro della bocca da fuoco per ovvi motivi di stabilità. Questa disposizione permetteva una scarsa escursione in elevazione che però era sufficiente al tiro diretto a corta distanza, unica possibilità dell'epoca. Nel corso del XIX secolo i cannoni ebbero un'evoluzione che li portò alla morfologia attuale, in pratica si trattò di tre modifiche: miglioramento dei materiali: da bronzo e ferro ad acciaio e ghisa e successivi affinamenti dell'acciaio passaggio dall'avancarica alla retrocarica passaggio dalla canna ad anima liscia alla canna rigata questi tre miglioramenti insieme all'evoluzione della polvere da sparo, ebbero come conseguenza: maggiore gittata maggiore rapidità di fuoco maggiore precisione del tiro

Dopo la seconda guerra mondiale

Dopo la seconda guerra mondiale i cannoni lentamente persero rilevanza tattica e vennero sostituiti dai missili Non dimenticare le nostre sezioni Aerografi modellismo Colle per legno e Colori acrilici e Sergal Modellismo
× Ciao, come posso aiutarti?